QUALI SONO LE ESIGENZE DEI CANI DI PICCOLA TAGLIA PER QUANTO CONCERCE L'ALIMENTAZIONE E LA DIGESTIONE?

Pochi sanno che i cani di piccola taglia hanno esigenze particolari per quanto riguarda l’alimentazione. A seconda dell’attività e delle condizioni meteorologiche, i cani di piccola taglia devono nutrirsi più volte al giorno, assumendo porzioni extra o snack ricchi di energia, per coprire il loro fabbisogno calorico. Il tratto digestivo dei cani di piccola taglia è proporzionatamente breve e nello stomaco non possono entrare grandi porzioni di cibo, pertanto la pappa, gli spuntini e gli snack devono avere tre caratteristiche particolari: in primo luogo è necessario che una piccola porzione contenga molte calorie, in secondo luogo l’energia deve essere disponibile subito, al fine di mantenere stabile il livello di glicemia, come per gli atleti che praticano attività sportive intense o prolungate, in terzo luogo, l’alimentazione non deve condurre al sovrappeso. Nonostante l’elevato fabbisogno energetico, il sovrappeso può essere un problema per i cani di piccola taglia, per questo è necessario fare attenzione a non superare il fabbisogno calorico giornaliero, controllando regolarmente il peso.

Per questi motivi, a seconda dell’attività e della stagione, i cani di piccola taglia devono essere nutriti con particolare attenzione più volte al giorno. Bisogna accertarsi che il cagnolino assuma sempre energia a sufficienza, ricordando però che l’alimentazione non deve sovraccaricare il suo tratto digestivo, che è breve e a volte molto sensibile. Le porzioni eccessive, uno spuntino non proprio digeribile, un’alimentazione poco varia, le variazioni nutrizionali o un’acqua poco pulita (pozzanghere!) possono comportare la rapida insorgenza di disturbi della digestione e dissenteria. Se viene meno l’equilibrio della flora batterica intestinale, la digestione non può più avvenire in maniera corretta. Il cagnolino patisce una carenza energetica, la glicemia può abbassarsi pericolosamente e il corpo può disidratarsi con conseguenze pericolose che possono arrivare allo shock. I sintomi dell’abbassamento della glicemia e della disidratazione corporea sono la sonnolenza, la debolezza, l’inappetenza e il rifiuto del cibo. Ecco perché è opportuno prevenire simili situazioni mediante una gestione accurata della nutrizione dei cani di piccola taglia. Chi possiede un cane di piccola taglia dovrebbe avere sempre a portata di mano snack energetici oppure un ricostituente adeguatamente digeribile (in caso di disturbi dell’alimentazione) preferibilmente in forma liquida, soprattutto durante le passeggiate più impegnative, durante le escursioni e naturalmente anche in viaggio. Se nonostante tutte le accortezze, capita che il cagnolino abbia ugualmente problemi di digestione, bisogna proporgli qualcosa che abbia un buon sapore ma sia anche facile da digerire. I prodotti semiliquidi servono in tal caso a ripristinare anche l’equilibrio dei fluidi corporei.