LE ESIGENZE PARTICOLARI DEI CANI DI PICCOLA TAGLIA

Nonostante tutti i cani discendano dal lupo, soprattutto i cani di piccola taglia presentano caratteristiche speciali davvero poco conosciute. Si aggiungano poi anche i tratti distintivi tipici delle varie razze, che devono necessariamente essere tenuti in considerazione ai fini della salute, della cura e dell’alimentazione dei cani di piccola taglia. E non bisogna dimenticare che varie razze canine di piccola taglia non sono state concepite solo come animali da compagnia, ma per scopi del tutto diversi, per esempio per la caccia ai ratti (per es. lo Yorkshire Terrier) o addirittura ai tassi (Bassotto, West Highland White Terrier). È bene saperlo, per dare le giuste attenzioni al piccolo “cane da caccia” di casa. Alcuni punti importanti per cui i cani di piccola taglia si differenziano da quelli più grandi sono il fabbisogno energetico, la regolazione della temperatura corporea, il pelo e la pelle, l’apparato motorio con i muscoli e le articolazioni, il morso e le aspettative di vita in proporzione molto più elevate per i cani più piccoli.

Le conseguenze che emergono da questo panorama non riguardano solo l’alimentazione, ma anche le misure preventive da implementare per preservare la salute dei nostri piccoli amici. In questo contesto, è importante fra l’altro prestare particolare attenzione al morso sin dalla più tenera età del cucciolo. I cani di piccola taglia diventano molto più vecchi dei cani di maggiori dimensioni, perciò a partire dai 6 o 7 anni di vita, è fondamentale portare il nostro amico dal veterinario ogni anno per una visita di controllo. Questa visita, oltre ai controlli generali, dovrebbe comprendere anche un check-up intestinale, il controllo del morso e soprattutto un controllo ortopedico approfondito, infatti i cani di piccola taglia raramente manifestano i dolori articolari causati dall’artrosi con uno zoppicamento evidente.